11-12-2017

Bicuspidia aortica

Gentile Dottore,

sono una donna di 49 anni affetta da bicuspidia aortica con insufficienza nota da molti anni, in follow-up periodico.

L'ultimo esame TAC Torace con e senza contrasto ha rilevato: Marcata dilatazione dell'aorta ascendente sino all'arco; dilatazione raggiunge un diametro massimo di circa 5 cm nel piano sopravalvolare, fino all'arco (37mm) con il piano valvolare bicuspide; valvola aortica dismorfica, incontinente: 2+/4+ e con un lieve riduzione d'apertura delle cuspidi ma con un gradiente trascurabile (gradiente di picco/medio:22/10mmHg). Vsin nella norma (DD/DS:45/25mm) con normali spessori delle pareti (SIV e PP:9mm); FE:70% riempimento diastolico con un pattern normale (E>A). Modesto prolasso del lembo anteriore mitralico con un rigurgito associato di grado lieve-moderato:1-2+/4+. Atrio sini nella norma. Sezioni cardiache destre normali; IT:1-2+/4+ con PAPs:28mmHg. Pericardio libero da versamenti.

I Dott. Specialista in Cardiologia mi ha consigliato di non attendere più con l'intervento e mi ha consigliato la procedura TAVI. Cosa mi consiglia di fare?

Con i migliori ringraziamenti e saluti.

Risposta di:
Dr. Guglielmo Actis Dato
Specialista in Cardiochirurgia e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Risposta

Buongiorno. Ritengo che da quello che scrive l’indicazione nel suo caso sia di eseguire un intervento cardiochirurgico di sostituzione dell’aorta e valutazione di eventuale plastica della valvola aortica. La tavi non trova assolutamente indicazione in questo tipo di situazione

TAG: Cardiochirurgia | Chirurgia | Cuore | Esami | Malattie dell'apparato cardiovascolare | Radiodiagnostica