Buongiorno ho 36 anni e da 3 anni assumo atenololo 100 mg, (per più di un anno solo metà compressa adesso invece metà la sera e metà la mattina) per un prolasso della mitrale con lieve rigurgito. Mi capita, nonostante ciò di avvertire ancora delle palpitazioni specie in momenti di stress e ansia (di cui soffro da tempo e per la quale ho seguito anche una terapia psicologica). Adesso che mi piacerebbe avere un figlio mi domando se l'assunzione del farmaco possa essere controindicato per il feto (anche e il mio cardilogo mi assicura che rischi possono essercene solo al nono mese di gestazione) e se sì, cosa dovrei fare, sospendere la cura? E inoltre il parto naturale è una cosa che posso ancora affrontare o con il mio quadro clinico è sconsigliato?Grazie mille