Gentile Professore, in data 24.02.2007 a seguito di sinistro stradale riportavo la seguente diagnosi "Colpo di frusta rachide cervicale e trauma cranico minore". Ai primi di ottobre previa visita oculistica constatavo di aver avuto un calo della vista all? OS di circa 6 gradi, con appannamento e diplopia. L?oculista mi presciveva accertamenti: Erg-Pev (esito negativo); Carico idrico(negativo); campo visivo 120 punti (negativo); Analisi del sangue con i seguenti valori alterati: C4 (58);Uricemia (7.7); Trigliceridi (227); G.O.T. (38); Consulenza neurologica dove non veniva riscontrata nessuna patologia e RMN con e senza mezzo di contrasto con studio del nervo ottico il cui risultato risltava essere tutto nella norma. Il mio oculista a questo punto ipotizzava una cataratta post-traumatica e mi prescriveva un campo visivo 30-2 (ancora da effettuare). Da quanto sopra esposto gradirei avere un vostro parere. certo di una vostra risposta vi invio i più cordiali saluti.