05-10-2017

Cause senso di stanchezza, mancanza di attenzione e aumento peso?

Gentile dottore, vorrei poter sapere se la mia mancana di voglia di fare qualsiasi cosa e stanchezza che perdura oramai da mesi, se non più di un anno sia sintomo che qualcosa non va o se sono solo prigra. Mi sento sempre stanca, svogliata, incapace di concentrami e di ricordare le cose che leggo. E' come se arrivare dal punto A al punto B sia come scalare una montagna. Ho solo voglia di chiudere gli occhi e osservare il vuoto. Anche leggere un libro o un post è così difficile. Non riesco a trovare la mia energia, determinazione di una volta. Amavo le sfide e essere sempre la prima, oa non mi interessa nemmeno più partecipare. Anche ascoltare musica o uscire con gli amici non mi interessa. Vorrei solo chiudermi dentro casa e piangere. Ma senza un motivo. Vorrei piangere ma non so per cosa. Non ho avuto particolari traumi o episodi tristi, eppure mi sento così stanca e irritabile.

Sì, sono una laureata che salta di stage in stage ma sono sempre stata una persona combattiva e reattiva e ora non sento la voglia di fare nulla. Le mie ambizioni, le mie motivazioni tutto non ha più senso. Anche tenere gli occhi aperti è difficile. O scrivere questa lettera. Eppure ho dormito 8 ore. Non capisco cosa mi sta sucedendo e ho solo paura di parlarne con qualcuno, eprchè non capirebbero e penserebbero che sono solo svogliata, pigra e golosa. Ma come ho fattoa raggiungere posizioni brillanti sempre pria di ora se sono veramente pigra e svogliata di natura? Avevo ache perso 27 kg in un anno e mezzo, tre anni fa. Solo facendo sport tutte le sere e ero stata accettata in una pesigiosa università estera. Ora invece non riesco a tenere la concentrazione, a vedere le cose. O meglio, le vedo, ma non le guardo. In più ho un rapporto morboso ocn il cibo: non faccio che abbuffarmi, senza nemmeno sentirmi così tanto in colpa. So che è sbagliato. Ma non riesco a fermarmi. E sono aumentata di 10 kg in un mese. Cosa posso fare? La ringrazio molto per la Sua cortese risposta.

Risposta di:
Dr. Gianpiero Molucchi
Specialista in Psichiatria e Psicoterapia
Risposta

Da quello che riporta con direi acribia, parrebbe ovvio un confronto sereno con il proprio medico di famiglia. Se del caso potrà essere inviata a visita specialistica. In bocca al lupo.

TAG: Malattie psichiatriche | Medicina generale | Psichiatria | Salute mentale