Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

28-08-2018

Clamidia /Gonorrea /Proctite

Salve dottore spero in un suo riscontro in quanto i medici che ho consultato non sanno nulla e dovrò aspettare altri 7 giorni per la visita dall'urologo ... allora le espongo il mio problema ,circa 4 mesi fa ho cominciato ad avere bruciore quando urinavo , sono andato dal medico fatti vari esami tamponi nulla ... il bruciore comunque e continuato il mio medico curante mi ha prescritto una cura di 5 giorni con un antibiotico di cui non ricordo il nome comunque alla fine dei 5 giorni la situazione non era cambiata alla fine ho lasciato perdere e preso un appuntamento con un urologo ... comunque domenica scorsa noto un nuovo sintomo oltre il bruciore ho delle perdite uretrali biancastre , fortunatamente avevo la visita dal'urologo il giorno dopo faccio la visita anche della prostata e l 'urologo la trova infiammata e piccola comunque mi fa un paio di tamponi e da questi tamponi capisco di avere sia la clamidi ma anche la gonorrea suppongo pero' di avere la Clamidia da tempo mentre la gonorrea da qualche settimana da quando sono comparsi i nuovi sintomi quelli delle perdite uretrali che prima non avevo , successivamente il medico mi segna da prendere le ciproxin ma al secondo giorno ho una reazione allergica cn una dermatite ecc allora interrompo la cura vado dal mio medico curante e mi faccio prescrivere una nuova cura il mio medico mi prescrive il levoxacin iniziata giovedì scorso io ho notato questa cosa , lo stesso giorno che ho preso questo farmaco ho cominciato ad avere dei fastidi a livello anale , che sono aumentati giorno dopo giorno adesso dopo 5 giorni di cura ho una proctite e la situazione delle perdite uretrali e rimasta invariata io adesso non so se continuare la cura con levoxacin per 10 giorni oppure se sia questo farmaco che mi provoca la proctite ... o sia la gonorrea ... non so che fare ... nessuno mi sa dire nulla ... grazie mille

Risposta di:
Dr. Giovanni BerettaDottore Premium
Specialista in Andrologia e Patologia della riproduzione umana
Risposta

Gentile lettore, purtroppo situazioni cliniche complesse e particolari, come la sua, richiedono sempre un primo passo decisivo e fondamentale, cioè una visita clinica diretta; senza questa noi, da questa postazione, nulla le possiamo dire di preciso e mirato. Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento. Un cordiale saluto.

TAG: Adulti | Anatomia patologica | Dermatologia e venereologia | Disturbi dell'apparato uro-genitale | Esami | Giovani | Infezioni | Malattie infettive | Organi Sessuali | Reni e vie urinarie | Salute maschile | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!