Salve, ho 27 anni, sono una ragazza molto sportiva e dinamica. Da 4 anni pratico bodybuilding seguo una dieta molto varia cerco nel mio limite di consumare cibi differenti ogni giorno. Da circa un anno il mio corpo è cambiato. Se prima mangiavo ogni tipologia di cibo a parte formaggi e legumi, oggi la mia vita alimentare è diventata un incubo. I... Leggi di più primi malesseri hanno iniziato a verificarsi a novembre 2018: gonfiore eccessivo meteorismo dissenteria/stitichezza, malessere generale, calo della libido, difficoltà di concentrazione e memoria. Ad aprile dopo essere stata visitata da specialisti e dopo aver effettuato ogni tipologia di esame possibile, ho pensato di sottopormi al test delle intolleranze alimentari dal quale sono risultata positiva alle uova e latticini. Io vivevo di albume e uova ! Quindi penso di aver intossicato il corpo oltre ad aver danneggiato l’intestino inconsapevolmente. Da quel momento mi sono stilata un diario con tutti i cibi che il mio corpo era in grado di tollerare perché ahimè anche alcune verdure e carboidrati mi gonfiavano o causano diarrea e quindi l’unica soluzione possibile era quella di eliminarli per un periodo di tempo molto lungo affinché il mio corpo si riprendesse e l’intestino ripristinasse le sue normali funzioni digestive organiche. Ad oggi, mi ritrovo in uno stato di confusione pazzesca , perché dalle visite mi hanno diagnostico la sindrome da intestino irritabile e gastrite cronica con ernia di 2 cm. Prendo probiotici e probiotici ogni mattina , prima dei pasti assumo gli enzimi digestivi e cerco di limitare la fibra solubile perché mi crea gonfiori e meteorismo come se il mio coro non fosse più in grado di assimilarle. Prendo multivitaminico , vitamina c e potassio ogni giorno poiché non mangio frutta , anch’essa mi gonfia e crea disturbi. Nel giro di un anno il mio corpo è cambiato ed ora proverò nuovamente a consultare un gastroenterologo per cercare una soluzione. Da due mesi circa invece , ho parecchie volte al mese la sensazione di incompleto svuotamento o la defecazione è frammentata (più volte vado in bagno nell’arco della giornata , le feci sono caprine o filamentose). Non ho dolori anali o pelvici ma sento che non ho completamente svuotato l’intestino. Presentarle il mio quando clinico in poche righe non è alquanto facile spero di essere stata esaustiva e che possa aiutarmi perché sono seriamente preoccupata. Premetto che sono una ragazza un po’ ansiosa e ho sempre avuto una vita molto frenetica. La mia iperattività non mi aiuta di certo ! Grazie mille