26-01-2017

Diagnosi di connettivite

Gentile dottore grazie della celere risposta. La diagnosi mi è stata fatta dopo due anni di incertezza e accertamenti nel 2013. Con il plaquenil stavo meglio, accusavo meno dolori, anche se all'improvviso ho avuto una brutta tendinite che poi si è trasformata in una borsite trocanterica all'anca. Ho avuto una trombosi. Sono stata ricoverata nel 2015 ed ho fatto sette infusioni di iloprost. Non le ho spiegato bene perché prendo i quattro Topamax al giorno, perché soffro di emicrania cronica. Attualmente la ferritina e la sideremia è bassissima, sto facendo sideral forte, globuli rossi e bianchi bassi, emoglobina bassa, proteina nelle urine e confermata con quella delle 24 ore. ANA sono a volte negativi ed a volte positivi, mentre gli ENA sempre negativi. La notte non riesco a dormire perché si addormentano le mani, ho ernie e protusioni. Sono molto combattiva però adesso sono un po' stanca. Loro mi dicono starai meglio. Quando? Grazie

Risposta di:
Dr. Gabriele Di Lorenzo
Specialista in Allergologia e immunologia clinica e Medicina interna
Risposta

Signora, in tutta onestà le rispondo che la terapia in atto praticata è soltanto per l'emicrania. Deve consultare un Reumatologo a cui affidarsi, siamo nel 2017 e oggi esistono per fortuna terapie molto efficaci che vanno prescritte in base alla clinica e ai risultati di laboratorio. Le invio tanti auguri e mi informi dell'evoluzione del suo quadro clinico. Cordiali saluti

TAG: Allergologia e immunologia clinica | Malattie autoimmuni | Reumatologia | Sistema Immunitario
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!