Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

12-12-2018

Dolore al respiro profondo dopo polmonite

Buonasera, a seguito di febbre alta brividi e dolore al torace il mio dottore mi prescrive un rx torace in data 3 marzo 2018 l’ Esito della lastra è il seguente: sfumato addensamento polmonare in campo medio di probabile origine flogistica, il mio medico mi dice che ho una broncopolmonite pur non avendo catarro e tosse importante, mi prescrive levofloxacina per 10 giorni. A cura completataeseguo nuova rx torace con referto che dice: in data odierna non si apprezzano addensamenti parenchimali con caratteri di attualità, il cuore è nei limiti di norma per dimensioni e forma. la febbre e i brividi scompaiono ma rimane il dolore al respiro profondo, il mio dottore mi dice che ci vuole un po’ per guarire ma a tutt’ oggi (24 novembre) il dolore al respiro profondo rimane sia davanti Al torace che ora anche dietro la schiena più o meno alla stessa altezza di entrambi. Sono abbastanza preoccupato a volte mi sembra che il dolore sia leggermente piu’ Forte. Ho 44 anni e peso 85 kg. Volevo chiederle gentilmente un parere su quello che mi è successo e cosa dovrei fare secondo lei. Preciso che per lavoro dovrei affrontare 2 voli in aereo nel giro dei prossimi 10 giorni. Saluti.

 

Risposta di:
Dr. Giorgio De Bernardi
Specialista in Allergologia e immunologia clinica e Fisiopatologia e fisiokinesiterapia respiratoria
Risposta
Un dolore toracico che non passa dopo mesi dalla diagnosi di polmonite impone preliminarmente una ripetizione di Rx Torace, In ogni caso, indipendentemente dai risultati, sarebbe indicata una TAC del torace ad alta risoluzione. Probabilmente ha avuto una pleuropolmonite, cioè una polmonite con interessamento pleurico, da qui il dolore. L'esame si richiede non solo per confermare, ma anche per escludere patologie, complicanze, ecc. Cordiali saluti.
TAG: Malattie dell'apparato respiratorio
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!