04-09-2012

è importante riconoscere

gentile dottore sono una ragazza di 32 anni soffro di ansia depressione e due mesi fa' in seguito ad un problema familiare e alla scoperta della mia malattia la trombocitemia essenziale ho cominciato a soffrire di attacchi di panico, il tutto si e' susseguito subito dopo con sintomi molto invalidanti quali forte senso di sbandamento e disequilibrio che mi accompagnano ormai tutti i giorni da due mesi, in piu' mal di testa e forte rigidita' alla zona del collo,ho propio dolore.soffro di cervicale x un trauma distorsivo avuto anni addietro.ho disturbi visivi tra cui mosche volanti all' occhio sx.ormai non esco piu' di casa x paura di stare male mi rendo conto di essere entrata nel circolo vizioso dell'evitamento, sono in preda alle mie fobie e non so' da dove cominciare x ritrovare un po' di sicurezza e serenita.grazie cordiali saluti
Risposta

Siccome la sua patologia ematologica può portare a sintomi neurologici simili a quelli che mi ha descritto, ma sicuramente questi possono essere conseguenza anche di uno stato di ansia cronica, è cruciale che lei si faccia aiutare da un collega psichiatra nel riconoscere l'origine di ciascun sintomo, in modo da ridurre il circolo vizioso sintomo-ansia-sintomo.

Saluti

TAG: Malattie neurologiche | Neurologia