Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

14-01-2019

edema spongioso dell'osso, vertebre s2 e s3

Buongiorno, Sono una ragazza di 23 anni. il 29 dicembre sono caduta dai pattini sulla pista da pattinaggio, è stata ovviamente la mia prima ed ultima volta. Sono caduta all'indietro e ho presto quella che si definisce "una bella culata". Ho sperato il dolore passasse con ghiaccio e antidolorifici, invece niente. Il 2 gennaio ho fatto una radiografica al pronto soccorso, mi è stato detto che non avevo niente di rotto. Il 5 gennaio ho fatto una risonanza magnetica: "approfondimento diagnostico per lombalgia traumatica". Questo il referto: "Lo studio del tratto sacro-coccigeo della colonna vertebrale mette in evidenza un'alterazione di segnale a carico dei corpi vertebra sacrali a livello del profilo superiore del corpo vertebrale s3 e di parte del corpo vertebrale s2 riferibili ad edema spongioso dell'osso su base post- traumatica (probabile frattura). Opportuno un controllo a distanza con scansione coronale anche in sequenza STIR." L'ortopedico è stato molto sbrigativo, e mi ha liquidato con "riposo". Io invece inizio a proccuparmi perchè il dolore si è attenuato dalla botta iniziale, ma da qualche giorno ha smesso di migliorare. Cosa significa possibile frattura? quanto il tempo di guarigione definitiva? guarirò definitivamente oppure è un dolore che mi porterò per tutta la vita? cosa posso fare oltre a "riposo"? Avrei bisogno credo di essere rassicurata, mi sono appena laureata e l'idea di dover rimanere a letto per mesi mi ha gettato nello sconforto più totale. Ho finito, ringrazio in anticipo tutti coloro che mi risponderanno. Francesca.
Risposta di:
Dr. Franco Gioitta
Specialista in Chirurgia generale e Ortopedia e traumatologia
Risposta
Gentile signorina , il trauma non ha provocato una frattura in senso stretto, però ha contuso l'osso sacrale in maniera importante: le conseguenze in genere vanno via in circa 2 mesi.....cuscino sulle sedie, e niente sforzi, qualche farmaco antalgico. Solo raramente si instaura o residua un dolore cronico (coccigodinia) destinato anch'esso spesso a regredire nel tempo...in caso contrario torni dallo Specialista, e , in definitiva non sono mai traumi gravi o tali da residuare problemi seri Auguri ...e stia attenta sul ghiaccio !!
TAG: Ortopedia e traumatologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!