Gentile Dottore nella sua risposta alla mia domanda del 19.10.2006 (codice HH/2L56735) si evidenzia che il protocollo concede 12 ore, prima di effettuare una coronografia ad un infartuato.Cio significa che fino a 12 ore il paziente non potrebbe subire dei danni permanenti al cuore. Pero' nella sua risposta del 05.10.2006, (HH/3155902) si evidenzia... Leggi di più il fatto che la coronarografia (in un paziente colpito da infarto) va effettuata nel piu' breve tempo possibile per evitare ulteriori danni al cuore. Per farle capire il nocciolo della mia domanda, devo raccontarle i fatti: Sono stato ricoverato in pronto soccorso per IMA anteriore esteso alle ore 20.00, i medici con la massima professionalita' hanno affrontato il problema, pero' al momento di trasferirmi al reparto per effettuare la coronarografia si sono dovuti bloccare perche a loro dire il macchinario della coronarografia era fuori uso. Contattato un altro ospedale, ha dato subito la disponibilita' per il trasferimento e ricovero d'urgenza. Per cause che ancora ignoro il mio trasferimento nella nuova struttura ospedaliera é stato effettuato alle ore 01.00. Sicuramente queste 5 ore di ritardo nell'effettuare l'intervento al cuore, secondo me, bene non mi hanno fatto. Desideravo un suo parere. Grazie.