22-03-2004

Egregi professori, vorrei porre una domanda: la

Egregi Professori, vorrei porre una domanda: la mia adorata nonna è stata sottoposta a Gastrectomia totale il 13 febbraio 2004. L'esame istologico ha evidenziato un Adenocarcinoma scarsamente differenziato isotipo intestinale sec. Lauren, (pT3, N2, mx) metastasi in 9 Linfonodi esaminati. Nel tessuto adiposo periviscerale si reperiscono 25 linfonodi di cui 20 sede di adenocarcinoma. Entro 30 giorni deve iniziare la chemioterapia. La nostra paura è di non scegliere un buon centro, considerato che ha un solo rene e che dovrebbe farla sotto copertura antistaminica (zirtec). vorrei dei chiarimenti. grazie infinite per la risposta. la chemio è solo un palliativo debilitante?
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
La chemioterapia va somministrata da un oncologo che decide il tipo di schema in base alle condizioni cliniche del paziente. Nel caso del tumore gastrico si tratta di una neoplasia non estremamente chemiosensibile; la chemioterapia in fase avanzata determina un lieve incremento della sopravvivenza con una buona qualità di vita.
TAG: Oncologia | Tumori
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!