Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

25-10-2006

Epistassi

Salve, ho da poche settimane fa un Ecodoppler e una prova da sforzo dal mio cardiologo a fronte di un controllo della mia lieve insuff. mitralica data da un prolasso di grado lieve. Durante la visita è stato riscontrato una pressione arteriosa di 135-70 (che aumentava durante la prova da sforzo). Il cardiologo mi ha detto che era tutto nella norma. Pochi giorni fa ho avuto 5 episodi di epistassi nell'arco di 24 ore...sicchè dopo l'ennesima fuoriuscita di sangue mi sono recato in farmacia per misurare la pressione ed era: 178/97 !!!.....sicchè spaventato ho telefonato al cardiologo il quale mi ha detto di stare tranquillo in quanto la fuoriuscita di sangue provoca l'aumento della pressione, per stare tranuilo mi ha dato mezza pasticca per abbassare la pressione da prendere per 2gg (la prende già mia madre che è lievemente ipertesa). Nei giorni seguenti l'ho misurata in farmacia e a casa : una mattina dopo aver dormito poco era 151/70, un'altra volta era 148/77 e ma anche 140/90 !! Le domande da porvi sono: 1) La pressione arteriosa può realmente aumentare in caso di fuoriuscita di sangue? 2) E' possibile che durante la misurazione della pressione i dati vengao sballati per colpa del mio stato d'animo ??? (la freq. cardiaca è sempre sopra gli 85 battiti al minuto durante le misurazioni mentre quando sto tranquillo sono massimo 65 al minuto). Quale tra sistolica e diastolica va presa di piu' come riferimento?? (visto che una è nella norma mentre l'altra mi sembra sempre un pò alta) 3) Sentire la vena del polso "pulsare forte" è sinonimo di pressione alta oppure non c'entra nulla??.... Grazie mille per le risposte.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Risponderò per punti: 1) La pressione arteriosa deve normalmente aumentare durante uno sforzo e se l’aumento era nella norma è un dato molto favorevole, perché poco influenzabili da stati emotivi, specie ai carichi più alti. 2) La correlazione tra epistassi ed aumento della pressione è un po’ stirata (a meno che non si intenda che l’agitazione indotta dalla epistassi induce l’aumento della pressione). 3) Quanto è sicuro quel dato di 178/97? Mi sembra effettivamente un po’ eccessivo a riposo per una persona di 26 anni e mi fa sospettare una cattiva misurazione. 4) Certamente lo “stato d’animo”, come lo sforzo, può indurre aumento della pressione e in modo più incontrollato, ma anche questo è naturale ed inoltre anche l’aumento inusuale della frequenza cardiaca farebbe sospettare una causa emotiva di entrambi i fatti. 5) La pressione sistolica (che è quella più incrementata) è anche quella che più facilmente risente di fattori emotivi.
Comunque utile tenere per qualche tempo controllata la pressione arteriosa, ma con serenità, altrimenti i valori risulteranno sempre anormali (riterrei utile controllare i valori di PA presso il suo Medico dopo qualche minuto di riposo) e, in caso di nuovo episodio di epistassi forse sarebbe utile un controllo ORL nel caso ci fosse, a livello del naso, qualche piccola varice come causa degli episodi. Ed infine un qualche rapporto tra pressione e “pulsazione forte” del polso c’è, ma bisogna essere molto esperti per rilevarla (lasci perdere!).
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato respiratorio | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!