07-06-2016

Ernia iatale e colite, consigliata empedenziometria

Buonasera dottori, non sarà facile fare il riassunto ma ci provo. Da circa un anno ho problemi di stomaco e non riesco a venirne fuori. Si passa da tensioni e spasmi del basso ventre e della bocca dello stomaco a eruttazioni, aerofagia , nodo alla gola... Insomma un alternarsi continuo di colite e problemi alla bocca dello stomaco. Si potrebbe pensare a colon irritabile, ma vado in bagno regolare ogni giorno come un orologio o a un problema di reflusso, ma non ho nessun tipo di risalita acida.

Ovviamente ho fatto tutte le analisi del caso (colonscopia, gastroscopia , monografia esofagea , ex con mdc, sangue n, urine ...etc.)
Da tutte queste analisi è emerso quanto segue.

Colonscopia . Solo una marcata tortuosita del viscere a livello del sigma ed emorroidi ( di cui ne soffro da sempre e in questi giorni mi sono sanguinate spesso senza dolore) Gastroscopia . Voluminosa ernia iatale da scivolamento con irregolarità linea z come per esofagite minima Ex esofago con mdc. Della voluminosa ernia iatale si apprezza un medio impegno del fondo gastrico nello studio con completo riempimento gastrico e nelle proiezioni a paziente supino è sotto torchio addominale Urine. In un analisi fatta l'anno scorso c'erano le proteine un po' alte nelle urine. Questo è il riassunto di quello che è' emerso. Ho preso più volte il pantoprazolo, ma dopo un po' ho smesso perché mi sembra mi dia noia all'intestino Inoltre è' un po di tempo che quando cammino mi sembra che qualcosa nel basso ventre mi balli e mi crea fastidio Ho provato cure di altro tipo . Levopraid, debidrat, esoxxone , gaviscon... In questi giorni duspatal e dicoflor ma avendo lo stomaco a pezzi oggi ho ripreso pantoprazolo Le urine molto spesso sono abbondanti e bianche In attesa di farmi vedere da un altro gastroenterologo ( ovviamente il primo non mi ha soddisfatto perché sosteneva trattarsi di solo colon irritabile e la gastroscopia l'ho fatta di testa mia ... O aveva ragione lui ?) mi potete consigliare il da farsi e dare un vostro parare su cosa mi sta accadendo ? Mi scuso per là lunghezza , grazie
Risposta di:
Dr. Luano FattoriniDottore Premium
Specialista in Gastroenterologia e Chirurgia dell'Apparato Digerente e Endoscopia Digestiva
Risposta
I problemi sono di vario tipo e vanno affrontati con pazienza e costanza di osservazione e valutazione da parte di un gastroenterologo e magari anche chirurgo dell'apparato digerente.

Ha fatto tanti esami ma forse non ha fatto la ph-impedenzometria esofagea che invece sarebbe utile per valutare la presenza, la natura e l'entità del reflusso gastro-esofagea, forse presente anche se scarsamente sintomatico, allo scopo di avere un quadro più completo della sua situazione, anche in relazione alla voluminosa ernia iatale.

Occorre inoltre valutare attentamente il quadro emorroidario non escludendo a priori la soluzione chirurgica se la situazione generale e/o locale lo esigesse.
Può esserci anche una sindrome del colon irritabile, per la quale occorrerebbe però sapere di più, ma intanto bisogna approfondire, a mio parere, le due questioni suddette e farsi seguire dallo specialista.
Cari saluti e auguri
 
TAG: Gastroenterologia