Logo Paginemediche
  • Programmi
  • Medici
  • Salute A-Z
  • Per le aziende
L’ESPERTO RISPONDE

esiti post-operatori di settoplastica

Buongiorno,mi chiamo Gyla Cini ed ho 30anni.Il 12 Maggio scorso ho fatto la settoplastica perchè avevo una malformazione dalla nascita che mi impediva di respirare con entrambe le narici, la sinistra era completamente chiusa.Immediatamente dopo aver tolto i tamponi di gel ho iniziato a notare una piccola scheggia bianca (2/3 mm) che fuoriusciva dalla carne che ricopre il setto proprio nella narice che era chiusa.Ho fatto molti controlli post operatori e l'ho fatto presente allo specialista che mi ha operata. All'inizio non l'ha proprio vista, poi si è limitato a dirmi che era una ferita e si sarebbe richiusa.Dopo circa 2 mesi e mezzo, a Luglio, vedendo che la scheggia era ancora li sono tornata a fare un controllo, ho insistito dicendo che non era cambiato niente e il medico finalmente l'ha vista ed ha ammesso che era strano. Mi ha detto che è una piccola scheggia di cartilagine estroflessa (?) e in un primo momento mi ha detto di tornare dopo circa 20 gg che me l'avrebbe tolta ambulatorialmente.Sono tornata dopo 20 gg e dopo un nuovo controllo il medico ma ha detto di aspettare qualche altro mese perchè la carne dovrebbe tendere a ricoprirla piano piano e si dovrebbe quindi riassorbire; se questo non dovesse succedere mi verrà tagliata via e richiusa la piccola ferita con un punto.Io sono un pò perplessa, prima di tutto perchè lo specilista in questione (molto rinomato dalle mie parti) non l'aveva neanche vista in tanti controlli che mi ha fatto se non glielo avessi detto io. Non ho fastidi, non la sento (l'ho vista solo perchè ho guardato dentro con una pila per vedere se le ferite stavano guarendo), l'unica cosa è che il muco e delle piccole croste giallastre si incastrano proprio li, e quando le ripulisco la piccola ferita sollecitata sanguina. Al tatto la scheggia è molto dura e tagliente, quasi fosse osso.Che devo fare?? fidarmi e lasciar passare un pò di tempo o consultare qualcun'altro ed eventualmente farmela togliere??Grazie mille per l'attenzione.Gyla Cini
Risposta del medico
Specialista in Otorinolaringoiatria
Dal momento che non lamenta problemi respiratori, immagino che l'ostruzione respiratoria nasale (principale motivazione per sottoporsi ad una di settoplastica) sia stata risolta dall'intervento. Può darsi che il collega, avendo rilevato il miglioramento della sintomatologia, più che non vedere l'irregolarità della superficie settale, abbia deciso di non allarmarla (pur avendo visto) pensando ad una rapida risoluzione spontanea del problema che lei ha rilevato. Detto questo, se non è tranquilla, lei può prendere in considerazione l'idea di sentire un secondo parere al fine di essere rassicurata.
Risposto il: 02 Settembre 2010
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali