Qualche giorno fa mio marito ha scoperto sul suo omero sx un rigonfiamento simile ad una pallina da ping ping, duro al tatto come se fosse la sporgenza dell' osso. Non avverte alcun dolore o fastidio e i movimenti del braccio sono nella norma. Non ha subito alcun trauma ma fa ogni giorno flessioni a terra poggiandosi sulle braccia. E' stato sottoposto ad ecografia dal medico di base ed a suo dire si tratterebbe di una formazione "anecogena da riferirsi a cisti tendinea delle dimensioni di cm 4." Gli sono stati prescritti questi farmaci: pomata per articolazioni -Etoricoxib 60mg compresse- Claritromicina antibiotico, terapia da seguire x 1 mese. Se la situazione non dovesse risolversi, il medico gli ha anticipato che dovrà subire una piccola incisione con sedazione locale x asportare la cisti. Quello che ci preoccupa è la sensazione che si ha toccando la presunta cisti. Difatti non è molle come di solito si presentano le cisti, ma è MOLTO DURA al tatto...si ha proprio la sensazione di toccare un'escrescenza ossea e non ha certo una consistenza gelatinosa. Vedo che purtroppo non posso allegare l'immagine dell'esito dell'ecografia diversamente lo avrei fatto. Non per dubitare sulla professionalità del medico, ma probabilmente da non esperti in medicina sbagliamo nel valutare questo rigonfiamento, ma a noi il dubbio rimane. E' una cisti tendinea ?Lei cosa ne pensa, diversamente di cosa potrebbe trattarsi? Come possiamo procedere x essere + tranquilli? Ci stiamo preoccupando più del dovuto? Grazie in anticipo x la cortese risposta.