Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

19-06-2018

Gamma GT: quando allarmarsi e come comportarsi

Buongiorno,

ho 40 anni, a seguito di analisi per il lavoro scopro di avere le Gamma GT a 50 (valore di rifermento 11-50). Praticamente mi trovo al massimo della soglia. Tutti gli altri valori sono perfetti. Tutte le analisi avvenute negli ultimi anni sono perfette.

Ho attribuito questo aumento ad una serie di eventi "festosi": 2 matrimoni,e 2 compleanni avvenuti in meno di 20 gg l'ultimo dei quali 2 gg prima degli esami del sangue. Durante questo breve periodo ho preso anche 2KG! Fondamentalmente seguo uno stile di vita sano (non sono in sovrappeso sono alto 1,81 per 76 Kg) , faccio moderatamente sport, sono attento all'alimentazione,ma sono anche di compagnia, quindi, tra amici, se capita, specialmente nelle feste è facile che si beva un po di più. Riguardo al bere: la mia media è di una birra piccola (tipo nastro azzurro da 0,33) al giorno.

La sera può capitare un ulteriore bicchiere di buon vino rosso a cena. Non mi sembrano dosi da alcolizzato... ma neanche da astemio. Ora la mia domanda è: supponendo un ritorno nella norma dei valori GGT devo cambiare stile di vita? Sarebbe opportuno non bere più nessun tipo di alcool per sempre? Evitare (anche se già è raro) mangiare fritti e alimenti grassi in qualsiasi occasione? O basta regolarsi e valutare le analisi anno per anno? Grazie per i chiarimenti che mi fornirete.

Risposta di:
Dr.ssa MARIA ROSARIA BALDI
Specialista in Scienza dell'alimentazione
Risposta

Come ha intuito deve diminuire l'alcool (1 birra + 1 bicchiere di vino ogni giorno troppo) e deve limitare fritti e cibi grassi. Ripeta periodicamente le analisi per capire se ci sono miglioramenti e si consulti con il suo medico di base. Se migliora eviti di ritornare ad un'assunzione quotidiana di alcool, si limiti al week end con una dose moderata.

TAG: Adulti | BMI - Peso ideale | Ematologia | Esami | Medicina delle dipendenze | Nutrizione | Prevenzione | Scienza dell'alimentazione
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!