05-04-2004

Gentile dottore, in seguito ad un rapporto

Gentile dottore, in seguito ad un rapporto sessuale con la mia ragazza, terminato con l$eiaculazione, mi sono accorto che, dopo aver estratto il pene un istante dopo la stessa (temendo una rottura del preservativo, cerco sempre di estrarre il pene prima dell$orgasmo), il profilattico era ricoperto di Sangue il cui colore sembrava di tipo mestruale anche se le mestruazioni dovevano giungere esattamente una settimana dopo e dopo averlo annodato ho effettuato la prova del palloncino tramite compressione per riscontrare la presenza di forellini e accertare se la presenza di liquido viscoso nella Vagina era dovuta alla fuoriuscita di Sperma o si trattava del lubrificante che normalmente si trova sul contraccettivo. Il suo serbatoio sembrava integro, ma coprimendolo ho verificato una minuscola fuoriscita di liquido seminale. Pertanto, se non si tratta di perdite catameniali ma di mestruazioni vere e proprie, esiste il rischio di una fecondazione trattandosi del primo giorno, anzi delle prime ore del ciclo? Quanti giorni possono sopravvivere gli spermatozoi all$interno della vagina prima che si raggiunga il periodo di fertilità (che credo avvenga dopo 14 giorni dai 3 delle mestruazioni)? Per essere sicuro della non avvenuta fecondazione è necessario attendere la prossima mestruazione o dovrò attendere 56 giorni? Grazie per la risposta.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
L’unico modo per risolvere i suoi dubbi è consigliare alla donna di eseguire un test di gravidanza.
TAG: Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Psicologia | Salute femminile | Salute mentale | Sessualità
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!