27-03-2006

Ho 30 anni e circa 2 anni fa a seguito di ecg

Ho 30 anni e circa 2 anni fa a seguito di ECG ecodoppler mi è stato riscontrato la seguente patologia: piccolo prolasso mesosistolico del LPM con lieve insufficienza e Aneurisma del setto interatriale con minimo shunt S-D. Con tali patologie devo considerarmi cardiopatica? o si tratta di situazioni non preoccupanti? Il cardiologo mi ha rassicurato e, nell'occasione, mi è stata consigliata unicamente la profilassi dell'Endocardite batterica nonché controlli annuali e ECO a distanza di qualche anno. Leggendo le risposte in questo sito ho notato che con l'aneurisma int. spesso è associata una Terapia con cardioapspirina e mi sono spaventata in quanto a me non è stata prescritta alcuna "cura".Sono indicati ulteriori esami? La pillola anticoncezionale che assumo può dare problemi? Inoltre posso viaggiare in aereo senza problemi anche per viaggi intercontinentali (9/10 ore) o è controindicato e soggetto a qualche rischio?
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
La pervietà del forame ovale è presente in circa il 25% di tutta la popolazione (non si può definire una malattia). Si associa in una certa percentuale di casi ad aneurisma del setto. Questa condizione è legata nella popolazione generale ad una maggiore incidenza di eventi tromboembolici. Le condizioni associate che Lei descrive (pillola e possibile malattia del viaggiatore in aereo) sono condizioni che aumentano il rischio di trombosi venosa profonda. Potrebbe eseguire una RMN cerebrale: se sono presenti minute aree ischemiche silenti, il consiglio è di prendere qualche provvedimento. In caso contrario, cerchi di ridurre il suo profilo di rischio (metodo anticoncezionale, movimenti delle gambe e calze compressive durante i trasferimenti aerei, etc).