Ipersalivazione in calcolosi della parotide sx.Salve a tutti sono un uomo di 35 anni, da un paio di mesi ho notato l'insorgenza di una fastidiosissima ipersalivazione continua.Premetto che sono un pò ansioso e manifesto sin dall'infanzia una leggera sintomatologia dispeptica (soprattutto a livello intestinale) che non mi ha mai creato particolari... Leggi di più problemi, non assumo benziodazepine, sono fumatore dall'età di 20 anni.All'inizio non ho dato molta importanza al problema, dopo circa un mese però ho deciso di affrontare la situazione ed insieme al curante ho studiato:1) Funzionalità tiroidea (FT3 leggermente aumentato ma TSH nella norma)2) Gastroscopia (che ha evidenziato una iperemia antrale, no ernie, no helibacter, no duodenite, no esofagite....subito messa in cura con gastroprotettore da 20 mg), aggiungo poi di non soffrire di reflusso gastro esofageo, almeno così mi sembra3) Tac collo per lo studio delle ghiandole salivari, questo è il referto:PRESENZA DI IMMAGINE A DENSITA' CALCIFICA DEL DIAMETRO MASSIMO DI 4,5 MM A LIVELLO DEL MARGINE SUPERIORE DELLA GHIANDOLA PAROTIDEA SINISTRA.NON SIGNIFICATIVE ALTERAZIONI DENSITOMETRICHE DELLE GHIANDOLE SALIVARI.PRESENZA DI ALCUNE FORMAZIONI LINFONODALI DELLE DIMENSIONI INTORNO AL CM IN SEDE LATEROCERVICALE BILATERALE E UNA DI CIRCA 30 MM IN SEDE LATEROCERVICALE SINISTRA.Dimenticavo una cosa, l'ipersalivazione è stata seguita dalla comparsa di una LINGUA A CARTA GEOGRAFICA, per lo meno così mi hanno detto.Ora la domanda che vi pongo è la seguente: può questa calcolosi della parotide sx determinare una sintomatologia di ipersalivazione?