20-09-2016

Lingua e gengive che bruciano

Gentile dottore sono una donna di 46 anni che sostanzialmente gode di buona salute. Le analisi ematiche fatte a febbraio sono tutte negative, compresa coprocoltura. Hiv negativa. Lue negativa.
Da una settimana soffro di lingua bianca che brucia sulla punta, sensazione di bruciore alle gengive (che non appaiono arrossate) unito ad un sintomo ad andamento pulsante, sull'arcata dentaria superiore. Inoltre la lingua appare come spaccata, tagliata al centro e ho la sensazione come di averla scottata.

Sto passando un periodo molto stressante con problemi che hanno riacutizzato il mio colon irritabile. Prendo Probinul fermenti lattici, Gaviscon per reflusso (ma solo quando avverto reale sensazione di rigurgito, condizione che peraltro non si verifica da mesi). Faccio uso di Tavor per dormire (5 mg compresse).
Sono molto preoccupata per la mia situazione, forse avrò Candida orale? Glossite? Se potesse indicarmi una cura certa gliene sarei profondamente grata. Sono stanca di girare da dottori, ultimamente non faccio altro. Cordialmente ringrazio e mi scuso per la lungaggine.
P.S. sto fumando come una dannata in questo periodo e quando fumo la lingua brucia all'istante.
Risposta di:
Dr. Emilio Nuzzolese
Specialista in Odontoiatria e protesi dentaria
Risposta
Gentilissima Paziente, mi dispiace leggere dell’inevitabile tour di numerosi medici, che ovviamente contribuisce ad aumentare lo stress generale. Come può immaginare, per noi specialisti “consulenti on line” non è possibile prescrivere una terapia o addirittura effettuare una diagnosi anche se le è stato molto dettagliata. Potrò esprimere un parere e indicarle una guida generale.
La lingua risente delle condizioni alterate del suo apparato digerente e dello stress. Il Tavor altera la composizione della saliva e il tabacco certamente non aiuta. Valuterei la sussistenza di eventuali intolleranze alimentari e inizierei una dieta leggera e ricca di fibre, vitamine e sali minerali. Naturalmente dovrà provare a ridurre la condizione stressogena valutando come modificare il suo stile di vita.
Sarà, infine, opportuno eseguire una seduta di igiene orale professionale per avere una bocca in ordine e sottoporsi nel tempo ad una visita da un dentista che si occupa di patologie della mucosa orale.
Cordiali saluti.
Emilio Nuzzolese
TAG: Bocca e denti | Odontoiatria | Otorinolaringoiatria