Salve Vorrei un suo parere se la cosa non le crea troppo disturbo. Da circa due anni soffro di una lombosciatalgia che non mi da pace. Varie le cure farmacologiche intraprese tra cui dicloreum, cortisone, lyrica, miotens oltre a due mesi di terapia fisica chiropratica. Nulla da fare, il mio stato attuale è sempre lo stesso dolore continuo alla... Leggi di più schiena e nervo sciatico perennemente infiammato che non mi consente una vita normale alla mia età. Questo è il risultato della risonanza magnetica: Lieve scoliosi scoliosi sinistro - convessa del rachide lombare. Incipienti segni di sclerosi interapofisaria. Conservata ampiezza del canale vertebrale e dei canali di coniugazione. Ridotto spessore e disidratazione del disco interosomatico L5 - S1 ove si apprezza ernia posteriore con lieve estrinsecazione discendente in sede paramediana e laterale sinistra che impronta la tasca radicolare sinistra di S1 ed oblitera in parte lo spazio epidurale anteriore. Lieve Protusione posteriore in sede mediana e paramediana bilaterale del disco interosomatico L4 - L5 che impronta il sacco durale. Lieve protusione ad ampio raggio del profilo anulare posteriore del disco interosomatico L3 L4. Non evidenti ernie e/ o protusioni discali ai restanti livello esplorati. Cono midollare terminante a livello L1, di morfologia, dimensioni e segnale regolari. Vorrei un suo parere e se secondo la sua esperienza un intervento di nucleoplastica può essere utile alla risoluzione del problema e quali sono i fattori di rischio.La ringrazio anticipatamente. Distinti saluti