Gent.mi. Mio Zio 82 enne, da diversi giorni era debolissimo ed aveva una tosse persistente. Senza febbre. Negli ultimi 4/5 giorni è stato sempre peggio. Inappetente, colore cianotico. Respirazione corta e faticosa. Così son venuti ben 3 Medici a casa (compresa la Guardia Medica) e gli hanno incredibilmente diagnosticato una bronchite, dando... Leggi di più Bentelan e Rocefin intramuscolo. Consigliando rx torace che però per la debolezza non ha potuto fare. Più gocce per la tosse Bisolvon. E da un paio di giorni ossigeno. Ma la situazione dopo 3 giorni è peggiorata. Il Medico della Mutua continuava a diagnosticare bronchite (ci riserviamo eventuali denunce). Ieri Anche le dita di notte cianotiche e soprattutto alterazioni mentali e quasi assenza. Così si è deciso di chiamare il 118. Il Medico appena auscultato ha diagnosticato Polmonite; così hanno avvisato il Cardarelli per immediato Codice Rosso in ambulanza. Ora è in Ospedale, con l’ossigeno fisso. Ed è monitorato e con flebo. Siamo molto preoccupati. Premetto che Lui è normopeso, non ha altre patologie e nella Vita è sempre stato molto attivo. Vorrei sapere quali sono i rischi e che possibilità di ripresa ci sono. Grazie mille!