04-12-2017

Possibile diabete

Buonasera.

Sono un ragazzo di 19 anni. Vi scrivo perché sono abbastanza preoccupato, in quanto presento alcuni sintomi che potrebbero essere ricollegati al diabete. Premetto che non fumo, non bevo e non faccio uso di sostanze stupefacenti. Posso affermare di condurre uno stile di vita abbastanza sano per la mia età. Faccio un po’ di esercizio fisico a casa tutti i giorni e cerco di camminare molto (meno nei periodi freddi).

Sostanzialmente, urino troppo spesso pur non assumendo molti liquidi. Proprio stasera sono andato in bagno 4 volte in 40 minuti senza aver bevuto alcunché (soltanto un po’ di succo all’arancia, circa un’ora fa). Il mio desiderio sessuale è molto calato rispetto a qualche mese fa.

Pratico ancora autoerotismo tutto i giorni ma non ne sono entusiasta. Potrei anche non farlo per giorni senza alcun problema (cosa impensabile fino a non molto tempo fa). Durante tutta la mia vita ho sempre mangiato molto cioccolato (ma mai altri dolci come torte o pasticcini) - e bevuto quantità industriali di Estathé al limone (da tre anni a questa parte molto meno a causa della Sindrome del Colon Irritabile). Non ho né febbre, né nausea né nessun sintomo “grave” e non sento il bisogno di bere molto, ma se capita, avviene sempre nel cuore della notte (intorno all’una od alle due). Voglio aggiungere che non urino 4 volte ogni 40 minuti 24 ore su 24, ma questa condizione (abbastanza fastidiosa) - si sta manifestando più spesso.

Secondo Voi, potrebbe trattarsi di diabete? Mi consigliate di recarmi da un Endocrinologo per degli esami approfonditi?

Grazie mille in anticipo e buon lavoro.

Risposta di:
Dr. Antonio Cutuli
Specialista in Medicina generale e Odontostomatologia
Risposta

Salve. La sintomatologia di esordio del diabete di tipo 2 (dell'adulto) è molto varia e può esser legata direttamente agli alti livelli di glucosio nel sangue (iperglicemia) che causano un evento acuto, oppure più sfumata quando legata alle complicanze causate dall’iperglicemia presente da tempo, ma non evidenziata prima. In quest'ultimo caso, molto spesso si tratta di reperti occasionali. Molte persone che soffrono di diabete di tipo 2, infatti, rimangono a lungo inconsapevoli della propria condizione, perché i sintomi, di solito, non sono così facilmente riconoscibili come nel caso del diabete di tipo 1 (del bambino) e possono passare anni prima che vengano diagnosticati. L’iperglicemia, analogamente a quanto accade nel diabete di tipo 1, si manifesta con: Necessità di urinare spesso (poliuria), sete eccessiva (polidipsia), vista offuscata, astenia marcata (mancanza di energia e stanchezza estrema). Nel suo caso, considerando anche l'importante componente psicologica, consiglierei di eseguire i semplici esami ematochimici di routine, che comprendono la valutazione della glicemia.

TAG: Biochimica clinica | Endocrinologia e malattie del ricambio | Esami | Medicina generale | Patologia clinica | Psicosomatica