14-07-2017

Possibilità di guarigione per carcinosi peritoneale

Scrivo per mio padre, anni 67. Mercoledì dopo una gastroscopia gli hanno rilevato un carcinosi peritoneale con ascite addominopelvica con multipli noduli peritoneali, multiple linfonodali addominopelviche di 1,5 cm. Ispessimento delle pareti gastriche, fegato steatosico con cisti al V segmento, iperplasia surrenolica, pancreas con piccole calcificazioni da pancreatite cronica.
Stiamo in attesa delle risposte della biopsia ma nel frattempo il prof. già ci ha detto che è interoperabile. Lei la prego, può dirmi la situazione com'è? E se c'è possibilità di guarigione? La ringrazio in anticipo

Risposta di:
Prof. giorgio enrico gerunda
Specialista in Chirurgia dei trapianti e Chirurgia dell'apparato digerente
Risposta

Gentilissimo signore esistono procedure chirurgiche e chemioterapiche per trattare la carcinosi peritoneale. Per sapere se il papà è in grado di essere candidato a queste terapie (peritonectomia con chemioterapia ipertermica HIPEC) è necessario avere notizie più chiare sulla situazione attuale (referto TAC, della gastroscopia, della visita oncologica ecc). Se ha piacere mi faccia avere questa documentazione per una prima valutazione sul problema. cari saluti Gerunda

TAG: Colonproctologia | Gastroenterologia | Intestino | Oncologia | Tumori