15-11-2017

Rapporto a rischio e ritardo ciclo

Il 31 Ottobre io e la mia ragazza abbiamo avuto un piccolissimo rapporto. Inizialmente abbiamo praticato del solito Petting, poi dopo un ora e passa (senza protezioni) abbiamo corso un rischio. Lei dice che ha sentito un piccolo penetratamento ma era tipo solo appoggiato fortemente. Se dovesse essere casualmente entrato, sarebbe entrato di 5 mm, perciò solo il glande per una durata di massimo nemmeno 5 secondi. Dopo questo, me lo sono subito toccato sopra, e ho avvertito qualcosa di umido quasi bagnato non so cosa possa essere, si parla molti di liquido per eculatorio... Non penso che in questi pochi secondi sia uscito qualcosa, senza arrivare fino in fondo, entrando massimo con il glande.... E senza aver fatto nessun movimento di entrata e uscita.

Oggi 12 Novembre doveva avere il ciclo, anche se solitamente gli arriva prima 2 giorni prima. Verso il 5 aveva avvertito brufoli e un forte malditesta (emicrania) e giovedì 9, mi aveva detto che per tutta la giornata aveva avuto perdite di sangue,dicendomi che questi sintomi gli ha sempre avuti prima del ciclo. Siamo molto in ansia già dal giorno dopo del rapporto a rischio quindi in ansia paura ecc... Molti dicono che il ritardo è dovuto a questo dallo stess ecc... Ma secondo vostre esperienze o informazioni, secondo voi la mia ragazza potrebbe essere incinta? Grazie x eventuali risposte. Spero veramente non sia successo un casino visto la nostra Giovane età.

Risposta di:
Dr. Maurizio Simonelli
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Risposta

Molto probabilmente non è successo nulla. Deve fare un test di gravidanza di farmacia, per scrupolo. In futuro, vi consiglio di usare il profilattico o assumere una pillola contraccettiva

TAG: Apparato riproduttivo | Concepimento | Ginecologia e ostetricia | Gravidanza | Organi Sessuali | Salute femminile | Sessualità
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!