Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

05-07-2018

Reflusso gastroesofageo

Buonasera,

ho 38 anni e sto passando un periodo particolare. Tutto ha iniziato novembre 2017 quando per un forte e improvviso attacco di panico sono finita in PS, dove mi hanno fatto ecg e esami del sangue: tutto negativo e nella norma. Diagnosi finale Cardiopalmo da ansia. Mi sono iscritta ad un corso di yoga dove ho imparato a gestire abbastanza le emozioni e a controllare gli attacchi di ansia. Sono una persona che va in ansia con poco purtroppo e questo non mi aiuta giusto? Da due mesi sono in cura, dal mio medico di base per reflusso gastroesofageo con gaviscom 3 volte al di e pantorex 40 la mattina e devo dire che ha fatto effetto, I dolori che provavo sono diminuiti. Sentivo fitte improvvise ma brevi e intense alla bocca dello stomaco, bruciore al torace fino alla gola. Per completare il quadro soffro di cervicali da 18 anni in seguito ad un colpo di frusta importante e mal curato.... Quindi sbandamenti, sensazione di camminare sulle nuvole e mal di testa, a volte pesano anche gli occhi, fitte intercostali all'altezza dello sterno e retrotreno, a volte fitte che sembrano venire dal sotto seno sinistro, all'altezza di dove finisce la cassa toracica e che fanno veramente preoccupare...... Come se fosse il cuore. Fitte brevi ma intense che mi accompagnano quasi tutto il giorno. Ecco perché poi vado in pallone e penso di avere qualcosa. Ad Aprile ho eseguito un secondo ecg per il certificato medico da presentare alla palestra dove mi sono iscritta e anche in quella occasione era negativo e regolare. Ora vi chiedo di aiutarmi a tranquillizzarmi che quelle fitte e sintomi che avverto sono solo ansia..... Sempre il medico di base, mi ha prescritto, in via eccezionale, Lexotan da prendere sono in caso mi serva per tranquillizzarmi.... Avevo spiegato anche alla dottoressa del PS che non volevo prendere antidepressivi...... Sono una persona tenace e testarda, devo farcela anche senza. Sbaglio?

Risposta di:
Dr. MARIO GUSLANDI
Specialista in Gastroenterologia
Risposta

Se mi permette un consiglio, non può e non deve cercare rassicurazioni da medici che non l'hanno mai vista ne' visitata... Impossibile esprimere un giudizio valido. In ogni caso non mi pare vi siano motivi di dubitareb delle diagnosi fatte sinora. Il Lexotan é un blando tranquillante, non un antidepressivo e se serve non abbia remore ad usarlo.

TAG: Adulti | Disturbi dell'umore | Esami | Farmacologia | Gastroenterologia | Psichiatria | Psicologia | Salute mentale
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!