S.I.R.T.Ho letto della Terapia in oggetto già in atto da quattro anninegli Stati Uniti, in Australia ed in Giappone e da poco anche in Spagna, a Pamplona ed in Italia, presso il Vs.Centro, dove sono stati effettuati, il 2 ed il 3 di Febbraio u.s. due INTERVENTIcon l'assistenza del prof.Douglas Coldwell, uno dei massimi esperti almondo, radiologo... Leggi di più interventista,della University of Mississipi Medical Center (ciò che scrivo è citato tale e quale da un inserto di medicina di Repubblica) ; Sono da due anni in cura con terapia di Chemioembolizzazioneper epatocarcinoma monofocale; Vi chiedo: quali sono i vantaggi della terapiain oggetto e quali i rischi, visto che si tratta di isotopi radioattivi (Ittrio 90); Se quattro anni di applicazioni pratiche sono sufficienti per ottenere esatte indicazioni e risultati per valutare il ruolo di questa nuova metodica; Se una sola applicazione è sufficiente e definitiva, oppure se si possanorendere necessarie ulteriori applicazioni, come il caso della chemio,oppure sia impossibile una eventuale ripetizione della stessa ; Qualora fosse possibile gradirei anche una visita presso il Vs.Centro specialistico per decidere, qualora rientrassi nel protocollo,un eventuale intervento alternativo, compatibilmente con i tempi di attesa.