Salve a tutti, sono sempre stato molto attento ai cambi di temperatura. La mia è diventata una vera è propria paura da quando qualche mese fa, accidentalmente, mi sono beccato una bronchite. Odio l'aria condizionata, cerco sempre di coprirmi ed evitare getti diretti addosso. Dopo l'episodio suddetto sto ancora più impanicato, se sono sudato è... Leggi di più capace che non salgo su un autobus o su un treno condizionato. Ecco, innanzitutto vorrei capirci di più...alla fine credo che se uno ha l'accortezza di coprirsi non dovrebbe succedere nulla. E poi, forse erroneamente, credo che è sia il gettito diretto addosso che davvero fa danni quando ad esempio non si è sudati né nulla. Punto cruciale: voglio andare in piscina, ne ho bisogno per la mia schiena. Risolto il problema che l'ambiente è riscaldato e in acqua si dovrebbe stare bene, soprattutto un volta che ci si mette in movimento...il mio problema è: mi faccio la doccia, mi asciugo benissimo, mi copro bene all'uscita, penso non dovrebbe accadermi nulla se cammina per 15/18 minuti a piedi per tornare a casa anche in pieno inverno...giusto!? Alla fine è un po' come quando ci si lava e poi si va a fare serata. Poi, credo sia meglio la doccia in piscina e non asciugarsi e farsela a casa...questo mi sembra il minimo. Datemi un conforto e qualche spiegazione. Devo essere più tosto su questo aspetto, perché non vivo. ps quando fa molto, nei supermercati indosso una maglia visto che hanno temperature polari (per farvi capire come sono influenzato) Grazie davvero a chiunque avrà il tempo e il piacere di rispondermi.