16-03-2017

Si può evitare l'intervento per ernia cervicale?

10 gg fa sono rimasto bloccato con un dolore insopportabile al collo e ieri ho ritirato il referto della rm. La situazione è così preoccupante come anticipato dal mio medico? In attesa del consulto con un neurochirurgo, sapete dirmi se posso evitare l'intervento?
Il dolore con le punture di toradol è scemato tantissimo, ma sono aumentati altri disturbi all'arto sinistro dolore e perdita di sensibilità, anche se secondo il mio medico dovrei avere problemi al destro, forti emicranie, dolori alla schiena, mancanza di forza.

Questo l'esito rm: Esame realizzato con sequenze sagittali pesate in T1, T2, STIR e assiale T2*. Ridotta la fisiologica lordosi cervicale. Conservato l'allineamento dei metameri. A livello C5-C6 si evidenzia ernia discale postero-laterale destra, con frammento discale estruso che impegna il recesso laterale e comprime la tasca radicolare di C6 destra. Concomita spondilouncoartrosi consensuale. A livello C6-C7 protrusione spondilodiscale postero-laterale destra. Modesti segni di disidratazione e altri dischi intersomatici senza evidenza di ernie discali endocanalari. Conservati gli spazi liquorali perimidollari. Corda midollare normale per segnale, volume e morfologia. Non alterazioni del segnale vertebrale.
Grazie

Risposta di:
Dr. Daniele Prosetti
Specialista in Neuroradiologia e Radiodiagnostica
Risposta

La decisione circa l'intervento o meno è legata al quadro clinico. Molto spesso l'ernia cervicale regredisce spontaneamente in uno/due anni, ed i sintomi anche prima. Il problema, nel suo caso, è la non congruenza tra ernia (destra) e sintomi a sinistra. In ogni caso non è una buona idea proseguire con il toradol: gli effetti collaterali, se preso a lungo, (settimane) potrebbero farsi sentire. Il neurochirurgo la consiglierà per il meglio.

TAG: Chirurgia | Neurochirurgia | Ortopedia e traumatologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!