31-08-2007

sospetta displasia ventricolare

IN TERAPIA DAL 30 APRILE 2007 CON SOTALEX 1/2 + 1/2, ANTACAL 10 1 COMPRESSA, LOSAZID 1 COMPRESSA E AVENDO ANCORA TOSSE STIZZOSA E RICOMPARSA DI EXTRASISTOLE, IL 28 AGOSTO 2007 HO ESGUITO ULTERIORE VISITA CARDIOLOGICA COMPLETA, IL RISULTATO E' STATO IL SEGUENTE:
ECG: R.S. 65, IMPEGNO ATRIALE SN, BBDX INCOMPLETO + EAS, SEGNI DI IPETROFIA DEL V.S.
ECOCARDIOGRAMMA:
VENTRICOLO SINISTRO NEI LIMITI, DTD 4.77, CON PARETI DI SPESSORE AUMENTATO, SETTO 1.44, P.P. 1.09, F.E. 56% (IL 30/04 ERA DEL 60%), IPERTROFIA DEL SETTO ANTERIORE CON CINETICA NEI LIMITI, LIEVE RIGURGITO MITRALICO.
VENTRICOLO DESTRO: INGRANDITO (RAPP. VD/VS 0,9), IPERTROFIA DELLE TRABECOLE INTERNE, LA PARETE LATERALE ED ANTERIORE SI PRESENTANO ISPESSITE ED IPERECOGENE.
ATRIO DESTRO NEI LIMITI.
BULBO AORTICO AI LIMITI, LEMBI AORTICI ISPESSITI, LIEVE RIGURGITO AORTICO.
ATRIO SINISTRO INGRANDITO.
CONCLUSIONI: MIOCARDIOPATIA IPERTROFICA (NON OSTRUTTIVA), IMPEGNO DEL V.D. (V.D. DILATATO CON SEGNI DI DISPLASIA??, NELLA VISITA DEL 30/04 ERA SOLO IMPEGNO DEL V.D. DA VALUTARE NEL TEMPO), EXTRASISTOLIA VENTRICOLARE (ANCHE A SALVE), PRESSIONE ARTERIOSA CORRETTA.
LO SPECIALISTA MI HA SOSPESO IL LOSAZID (PER LA TOSSE), MI HA DATO IL NATRILIX 1,5, CONFERMATO L'ANTACAL 10 MG ED AUMENTATO IL SOTALEX A 1 + 1 COMPRESSA.
MI HA PRESCRITTO UN ECH HOLTER PER LA VERIFICA DELLE EXTRASISTOLE E MI HA CONSIGLIATO DI FARE UNA RISONANZA MAGNETICA CARDIACA, ANCHE PER VERIFICARE EVENTUALE CONGENITA' DEL V.D. CHE POTREBBE ESSERE LA CAUSA DELLE ARITMIE.
SE E' POSSIBILE AVERE UN SUGGERIMENTO SU QUANTO SOPRA DESCRITTO E SE E' NECESSARIO FARE ULTERIORI ESAMI, DA PREMETTERE CHE IL 31 AGOSTO 2006 HO ESEGUITO UNA SCINTIGRAFIA MIOCARDICA E IL RISULTATO E' STATO: SI EVIDENZIA PICCOLA AREA DI LIEVE CAPTAZIONE DEL TRACCIANTE, INDOTTA DALLO SFORZO, INSCRITTA NEL SEGMENTO MEDIO DELLA PARETE LATERALE IN ZONA CONFINANTE CON LA PARETE INFEROLATERALE. SI SOTTOLINEA UNA POSSIBILE SOTTOSTIMA DEL DEFICIT PERFUSIONALE RILEVATO, A CAUSA DEL TEST AMPIAMENTE SOTTOMASSIMALE CAUSA TERAPIA BETABLOCCANTE IN ATTO.
CORDIALI SALUTI
Maria Grazia Richichi
Risposta di:
Maria Grazia Richichi
Specialista in Geriatria e Medicina interna
Risposta
Ulteriori considerazioni diagnostiche potrano essere fatte solo dopo aver eseguito gli esami gia programmati
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato respiratorio | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!