Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

04-10-2018

Stenosi aortica

Buongiorno Dott. , Volevo chiederLe se è possibile cercare con qualche accorgimento (alimentazione, camminate, ecc.) rallentare il decorso della stenosi aortica.

Mia Mamma ha 81 anni (due anni fa le è stato impiantato un PM a causa di fibrillazione atriale e sindrome brady-tachi) e dall' eco cardiogramma le è stata riscontrata la stenosi aortica di grado da lieve a moderato ( due anni fa era lieve ). C'è la possibilità che rimanga stabile? Il decorso solitamente è rapido? Il movimento le potrebbe fare bene? La ringrazio anticipatamente e Le porgo i miei cordiali saluti.

Risposta

L'evoluzione della stenosi aortica non é prevedibile in assoluto... Controlli periodicamente la valvola con l'ecocardiogramma, diciamo ogni sei mesi, controlli i valori pressori, stia attento a sintomi quali affanno, dolore a petto, svenimento... Puo' essere utile terapia con statine... E comunque non le trasmetta angoscia... Se un giorno dovesse diventare severa c'é sempre la possibilità di intervenire con la TAVI

TAG: Anziani | Cuore | Esami | Malattie dell'apparato cardiovascolare | Malattie della circolazione | Nutrizione | Prevenzione | Terapie
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!