Logo Paginemediche
  • Programmi
  • Medici
  • Salute A-Z
  • Per le aziende
L’ESPERTO RISPONDE

Stenosi carotidea

Buongiorno.

Scrivo per conto di mia nonna, donna di 80 anni che soffre da diversi anni di Diabete mellito di tipo 2, bradicardia e ipertensione arteriosa in cura. Ha anche avuto una Tia qualche anno fa, in un momento in cui non prendeva regolarmente la pastiglia per la pressione e quest'ultima è arrivata a più di 180/90.

In seguito ad un ecocolordoppler carotideo ha riportato tali risultati: Ispessimenti miointimali a carico di entrambe le carotidi comuni: IMT 1,1 mm, senza tuttabia stenosi emodinamicamente significativa lungo il loro decorso. DX: placca fibrocalcifica irregolare al bulbo coinvolgente l'origine della carotide interna, senza stenosi dinamica: PSV 114 cm/sec, valutabile morfologicamente intorno al 44% (ECST).

A valle il vaso risulta pervio con pareti ispessite ma senza stenosi emodinamicamente significative e con flusso regolare nel tratto extracranico esplorato. Carotide esterna ateromasica, con stenosi serrata all'origine. SX: placca fibrocalcifica-irregolare al bulbo coinvolgente l'origine della carotide interna, dove non determina una stenosi dinamica: PSV 81 cm/sec, ma valutabile morfologicamente intorno a 64-68% (ECST); a valle il vaso risulta pervio, con pareti ispessite ma senza stenosi emodinamicamente significative e con flusso regolare nel tratto extracranico. Carotide esterna ateromasica ma pervia. AA. vertebrali bilateralmente pervie con flusso ortogrado. AA. succlavia ateromasiche ateromasiche ma pervie con flusso regolare." Conclusione: utile follow up con controlli annuali. Cosa mi può dire di questa condizione? Necessita di un'operazione imminente?

La ringrazio di cuore se mi risponderà, un abbraccio.

Risposta del medico
Specialista in Chirurgia vascolare e Chirurgia generale

Gentile utente

Il quadro ecodoppler evidenzia sicuramente una situazione di sclerosi vascolare importante sicuramente da mettere in relazione non solo all’età ma anche al diabete ed ipertensione. Le arterie più importanti per la circolazione cerebrale sono le carotidi interne che presentano delle restrizioni ma ancora non così importanti da richiedere un trattamento chirurgico o endovascolare.

La stenosi serrata della carotide esterna destra non richiede particolare attenzione. Corretto il monitoraggio con ecodoppler anche se, al prossimo controllo suggerirei una angiotac. Se non assunta ed in mancanza di controindicazioni inizierei con una statina (senta il suo medico di base).

Cordiali saluti Dr Dorrucci

Risposto il: 04 Dicembre 2019
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali