Gentile dottore,la ringrazio in anticipo per il tempo che mi concede e cercherò di rubarle poco tempo.A mio papà di 57 anni, lo scorso anno è stato diagnosticato un carcinoma alla vescica di alto grado infiltrante il tessuto muscolare t2 g3 senza classificazioni N e M. In seguito ad un biopsia approfondita del tessuto e davanti allo stesso... Leggi di più risultato ad aprile di quest'anno, è stata fatta una cistectomia radicale, il cui esito di inquinamento dei linfonodi è stato negativo. Confermata la diagnosi T2 G3 ma senza presenza di metastasi a distanza, infatti il valore M non era presente.La mia domanda è questa, non avendo consultato un oncologo personalmente, ma avendo fatto tutto tramite l'urologo e il laboratorio analisi della A.S.L. ci siamo fidati ciecamente del non dover fare le chemioterapie, ma secondo lei c'è bisogno di consultarne almeno uno di specialista che ci dica in questo caso se è necessaria o no una terapia preventiva? Se non ci sono metastasi ora e i linfonodi sono negativi c'è pericolo di metastasi da qui a 5 anni?Secondo lei fare marker tumorali ciclicamente può essere una buona strada per accorgersi di eventuali metastasi? Grazie in anticipo per la risposta e complimenti vivissimi per il servizio offerto dal sito, OTTIMO.