Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

17-12-2014

vulvodinia

Buona sera,La presente per chiedere un consiglio su un problema che non riescono a risolvere da mesi.Da qualche mese mi è comparso un bruciore vulvare che si irradia anche nell'ano.Dopo vari controlli, mi hanno diagnosticato una vulvite, senza riuscire a curarla. Non riescono però a capire da cosa potrebbe dipendere il bruciore anale; a volte, infatti, ho solo bruciore vulvare, a volte solo all'ano, altre volte ancora entrambi.Ho fatto varie visite, con varie terapie (tra cui cortisone per via topica) oppure solo creme per levare la secchezza della pelle (es. base di zinco, loicodon e pasta di Fissan).Ad, oggi, però, la situazione non è cambiata, anzi sempre peggio.Soffro anche di fibromialgia e cistite interstiziale, ma come questa volta non ho mai avuto questi problemi.Secondo voi, che problema potrebbe essere? I due bruciori possono essere collegati?In attesa di cortese rispostaGrazie
Risposta di:
Dr. Corrado QuadriniDottore Premium
Specialista in Dermatologia e venereologia e Psicologia e Psicoterapia
Risposta

Cara signora,

la vulvodinia è piuttosto un sintomo che una malattia.

Occorre che si faccia fare una diagnosi più precisa; potrebbe trattarsi di una craurosi vulvare iniziale (è già in menopausa?), oppure di un lichen scleroatrofico iniziale. Il cortisonico topico è indicato per il lichen, controindicato per la craurosi; da qui la necessità di una diagnosi precisa, anche con l'effettuazione di un eventuale esame bioptico. La presenza di anodinia contemporanea è frequente in questi casi. Non si deve dimenticare che spesso queste patologie hanno impronta anche psicosomatica, quindi se tutto risulta nella norma, occorrerà indagare anche in quel senso.

Mi faccia sapere.

Cordialità

Corrado Quadrini 

TAG: Dermatologia e venereologia | Pelle
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!