Pre-menopausa e contraccezione ormonale: le vulnerabilità delle donne

pre menopausa e contraccezione ormonale le vulnerabilita delle donne
Scritto da:
Prof.ssa Alessandra Graziottin
Specialista in Ginecologia e ostetricia e Oncologia

Intervista alla Prof.ssa Alessandra Graziottin, Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica dell’Ospedale San Raffaele Resnati di Milano. 

Contraccezione ormonale: quali quelle delle donne dai 40 ai 50 anni? 
Fondamentalmente, la donna tra i quaranta e i cinquanta anni comincia a vedere i primi sintomi della Menopausa che possono comparire anche sei, sette, otto anni prima del fatidico ultimo ciclo. Qual è il punto? Che accanto a tutta una serie di sintomi che possono essere le prime vampate, grandi irregolarità nel ciclo mestruale, insonnia, tachicardia notturna, tutti disturbi che riducono nettamente la qualità della vita, la donna può anche avere dei problemi più specifici, per esempio cicli molto abbondanti, cicli irregolari, cicli che cominciano a saltare e tutte queste variazioni aumentano il suo senso di disagio, di malessere, di impredicibilità dovuta proprio alla variabilità del variante biologico della sua vita. Consigliare un buon contraccettivo che dia costanza di livelli ormonali significa dare a queste donne, da un lato, sicurezza contraccettiva che va sempre bene, ma soprattutto, e specificamente, un grande guadagno in termini di costanza di livelli ormonali. Quindi, siccome i sintomi dipendono dall'entità delle fluttuazioni avere livelli plasmatici nel Sangue costanti di ormoni significa ridurre drasticamente tutti i sintomi della pre-menopausa sia di tipo psichico, sia di tipo organico, biologico. Un buon cerotto contraccettivo diventa la prima scelta in quelle donne che oltre a volere un metodo sicuro, desiderino anche un metodo che, per esempio, bypassi la via orale, se hanno per esempio la sindrome del Colon irritabile, se soffrono di diarrea, se hanno qualche disturbino, magari neanche tanto dichiarato al proprio medico, di comportamento alimentare, in tutte le donne cioè, per le quali, costanza di livelli plasmatici nel sangue significa maggior benessere e via di somministrazione sicura attraverso il cerotto significa garantirsi benessere e salute in piena sicurezza.

Guarda le altre interviste sul canale Videum di paginemediche.it

30/07/2015
15/09/2013
Ginecologia e ostetricia Menopausa Salute femminile Videointerviste Organi Sessuali
TAG: Ginecologia e ostetricia | Salute femminile | Menopausa | Videointerviste | Organi Sessuali
Scritto da:
Prof.ssa Alessandra Graziottin
Specialista in Ginecologia e ostetricia e Oncologia