20/04/2015

Dai broccoli un'arma contro il tumore al cavo orale

Gli esperti la chiamano "chemio-prevenzione verde", un sistema di prevenzione dei tumori che utilizza preparati di semi semplici o estratti di piante che hanno specifiche proprietà anti tumorali. L'ultima novità in questo campo riguarda un estratto di germogli di broccolo che potrebbe essere utile per prevenire il tumore al cavo orale.

I primi studi hanno dimostrato, infatti, l'efficacia su modelli murini e la tollerabilità su un piccolo campione di esseri umani. È adesso in partenza uno studio più ampio condotto dall'Università di Pittisburgh su soggetti ad alto rischio di recidive di Cancro alla testa e al collo. I pazienti che sono guariti da un Tumore alla testa o al collo sono ad alto rischio di andare incontro ad un secondo tumore a bocca e gola, e generalmente questi nuovi tumori sono fatali, per questo stanno testando l'efficacia di una nuova molecola naturale presente nelle verdure crocifere.

Broccoli, cavoli, crescione hanno un'alta concentrazione di sulforafano che contribuisce a ridurre gli effetti di cancerogeni ambientali. Julie Bauman e i suoi colleghi hanno somministrato per mesi questa sostanza ai topi predisposti al cancro orale e hanno scoperto che si riducevano Incidenza e numero di tumori. Un risultato estremamente promettente che ha spianato la strada agli studi sugli esseri umani. Bauman ha così arruolato 10 volontari che hanno assunto un succo di frutta mescolato con un estratto di germogli di broccoli ricco di sulforafano. La tollerabilità della sostanza è stata confermata perché non è emersa alcuna anomalia o effetto negativo nel rivestimento della bocca.

A questo punto gli studiosi statunitensi si apprestano ad andare avanti con una ricerca più ampia: intendono arruolare 40 volontari che sono stati curati per un tumore della testa e del collo e che assumeranno una capsula di polvere di semi di broccoli.

TAG: Scienza dell'alimentazione | Nutrizione | Tumori