Arredare il bagno

arredare il bagno

Il bagno è spesso l'ambiente a cui si dedica minore attenzione nella progettazione della casa. Un errore molto grave, data l'importanza vitale delle attività che si svolgono in esso, e per le quali è sempre necessario uno spazio sufficiente, arredi comodi e una buona areazione.

Innanzitutto, sebbene le case moderne per motivi di spazio non la prevedano più, è necessario che il bagno sia dotato di una o più finestre.

Il bagno è forse la stanza che più di tutte necessita di una qualsiasi apertura, non solo per aerare il locale, lasciando circolare aria per eliminare gli odori e l'umidità, ma anche per una questione psicologica: la luce rilassa e tranquillizza.

Per quanto riguarda l'illuminazione, andrebbero scelti un lucernario posto direttamente sopra la vasca o più punti luce, anziché un solo lampadario centrale, proprio per sfruttare al massimo l'effetto benefico della luce.

Se la vasca tradizionale (quella rettangolare) non è stata ancora montata e lo spazio lo permette, è meglio optare per una vasca tonda, di certo un po' più cara, ma che sicuramente aiuta, con la sua forma, al rilassamento serale durante il bagno. Gli altri sanitari dovrebbero essere posti di fronte alla vasca.

Scegliete sanitari chiari (solitamente bianchi, oppure di colore pastello), con gli angoli smussati (non capita raramente di andare ad urtare, durante la notte, contro il lavabo o la tazza) e di ceramica, anche per i piccoli accessori, come portasapone, portaspazzolino e portasciugamani.

Assicuratevi che i mobili del bagno siano in legno e non in plastica perché l'umidità tende a rovinare presto questi accessori; non scegliete, però, qualcosa in legno massello, poiché otterreste l'effetto contrario di appesantire l'ambiente. Se proprio il legno non vi piace, scegliete il vetro, che non porta alcun tipo di inconveniente.

Ricordate anche che, se scegliete delle mensole aperte, dovrete spolverarle e lavarle tutti i giorni, perché possono essere ricettacolo di germi e polvere. Utilizzate con attenzione i prodotti per l'igiene del bagno; molti di essi possono provocare irritazioni agli occhi e alla pelle e perfino ustioni.

Cercate sempre di preferire quelli non specifici, che sono meno dannosi e non dimenticate di utilizzare i guanti per proteggervi durante le operazioni di lavaggio e igienizzazione dei sanitari.

06/08/2015
12/12/2012
TAG: Igiene e medicina preventiva