20-10-2003

1991: mastectomia radicale sinistra +

1991: Mastectomia radicale sinistra + linfoadenectomia ascellare da Carcinoma duttile infiltrante. 2002: Isteroannessiectomia bilaterale, omentectomia e resezione di tratto del sigma + washing peritoneale. Quadro compatibile con primitività mammaria. E.I.: Metastasi diffusa da carcinoma mammario coinvolgente ovaie, superficie sierosa uterina, parametri, epiploon, piccolo omento ed Appendice sierosa e parete muscolare del sigma a fondo di sacco del Douglas, invasione vascolare presente.
Indenni Fegato, reni, pancreas e milza. CA 15.3 del 18-10-2002, 142.8; CA125 669.5. Effettuato CT sei cicli con CBDCA e taxolo dal 29.11.02 al 21-03-2003. Al 4 ciclo esame dei markers ridotti nella norma. Nel Giugno 2003 senza essere stato prescritto analisi dei markers, per programma oncologico, (in ritardo!) è stato effettuato il second look laparoscopico con esito citologico positivo da cellule mammarie, che ha evidenziato una "Carcinosi peritoneale in atto Progressione anche sottocutanea in crescita progressiva. Ascite all'esame obiettivo." Il mese scorso le sono stati aspirati 5 litri di liquido ascitico che si sta riformando di nuovo. Cosa fare di più giusto? Errori enormi sono stati fatti che minacciano gravemente la vita di mia moglie. Capisco la metastasizzazione in atto. Ma cosa si puo fare di più giusto chemioterapeuticamente adesso??? quale tipo di chemioterapia è più adatta? Dove risiede un centro oncologico specializzato per il caso di mia moglie? Ha iniziato in agosto un ciclo di CT col Taxofere per il suo carcinoma peritoneale. E' questo giusto? Nel prossimo ciclo la Dr. vorrebbe aggiungere del medicinale rosso. Vi prego rispondetemi al piu presto, per evitare altri errori.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Il taxotere (docetaxel) è un farmaco molto attivo nel carcinoma della mammella metastatico. Nel caso di fallimento con tale terapia è senz’altro indicato il ricorso alle antracicline (i farmaci dal colore rosso). Se non è stato già fatto, potrebbe essere utile la determinazione del c-erbB2 sul pezzo operatorio (quello del 1991 o, meglio, del 2002). In caso di positività (3+ Dako test) è indicato l’uso dell’Herceptin in combinazione con la chemioterapia. Posso consigliarLe un buon centro solo sapendo dove risiede; è necessario, infatti, che la pz sia seguita il più vicino possibile a casa propria.
TAG: Oncologia | Tumori
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!