Logo Paginemediche
  • Programmi
  • Medici
  • Salute A-Z
  • Per le aziende
L’ESPERTO RISPONDE

Mia madre ha subito una mastectomia radicale per

Mia madre ha subito una Mastectomia radicale per carcinoma duttale infiltrante (pT1c G3) i linfonodi sono esenti da metastasi; i recettori Progestinici ed estrogenici sono negativi. Poichè è cardiopatica (fibrillazione atriale cronica ben controllata con digitale) inizialmente le è stata sconsigliata la chemioterapia; ci siamo rivolti ad un altro centro dove è attualmente in cura: esegue lo schema CMF ogni 21 giorni; non sono stati chiari sul numero dei cicli totali da esguire. Generalmente quanti se ne consigliano? E'utile eseguire un numero elevato di cicli? Oltre alla Chemioterapia, nonostante i recettori ormonali negativi, dovrà seguire per due anni la terapia con anastrozolo.
Risposta del medico
Paginemediche
Paginemediche
La chemioterapia adiuvante va praticata per 6 cicli (un totale di circa 4 mesi e mezzo). Non è utile prolungare tale trattamento oltre così come abbreviarlo. Quando i recettori ormonali sono negativi non vi è indicazione ad alcun trattamento ormonale adiuvante. Sarebbe invece opportuno stabilire la presenza o meno del recettore cerbB2. Presso il nostro istituto è attivo uno studio clinico di terapia adiuvante che prevede l’utilizzo del trastuzumab, anticorpo monoclonale anti-cerbB2 (protocollo HERA).
Risposto il: 05 Luglio 2004
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali