Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

24-01-2014

A cosa si va incontro utilizzando Deniban e THC. Gli effetti cronici

Sto facendo una cura a base di una pastiglia di deniban al giorno, se fumo marijuana tutti i giorni e nel mentre prendo il deniban a quali rischi vado incontro? So che tutte e due le sostanze agiscono sulla dopamina e so che è difficile sapere quali sono gli effetti indesiderati. Però cio che vorrei sapere e a cosa vado incontro?Potrei sentirmi male? Ad esempio Mi potrebbe causare un infarto ? O addirittura mi potrebbe causare danni gravi? Irreversibili? O peggio ancora la morte? Insomma anche se è difficile sapere le conseguenze di mischiare deniban e marijuana potrei sapere all incirca a cosa vado incontro? Quali potrebbero essere i rischi? Grazie tante in anticipo per la risposta
Risposta di:
Dr. Federico Baranzini
Specialista in Psichiatria e Psicologia e Psicoterapia
Risposta

 Gentile Utente 

la sua domanda è molto stimolante ma anche richiederebbe una risposta molto complessa.

Gli studi ad oggi a disposizione sembrano indicare una tossicità propria e intrinseca della THC contenuta nelle sigarette -le canne- a cui fa riferimento. Questa tossicità porterebbe anche all'insorgenza di apatia, depressione fino ache a sindromi schizofreniche. 

Un riferimento recente e divulgativo lo trova su questo articolo di giornale. 

Per venire alla sua domanda circa l'interazione faccio riferimento a quanto riportato in questo stralcio di articolo scientifico, reparibile in rete e di cui riporto un paragrafo:

"Studi sui ratti mostrano che il THC accresce il rilascio di dopamina nel nucleo accumbens. Il nucleo accumbens è parte del sistema limbico che, come si è detto, è una rete di strutture neurali coinvolte nel comportamento emozionale e cognitivo. Gli oppioidi endogeni intervengono a modulare il rilascio di dopamina: somministrando antagonisti degli oppioidi, si blocca l'aumento di dopamina conseguente all'assunzione di THC [7]. I recettori per il THC non sono direttamente associati ai neuroni dopaminergici [8]. Di conseguenza l'azione del THC sui circuiti dopaminergici è indiretta e modulata da altre sostanze come gli oppioidi endogeni. In questo senso l'azione del THC sul sistema nervoso centrale è diversa da quella di altre droghe, come per esempio la cocaina o la morfina che agiscono direttamente sul sistema dopaminergico [8]."

Se aggiungiamo che il deniban agisce come inibitore del rilascio di dopamina a livello centrale, ne deriva che paradossalmente assumendo assime THC lei rischia di renderne nullo l'effetto terapeutico (altra cosa sono gli effetti deleteri della THC o collaterali del Deniban). In altre parole è come se accellerasse e frenasse contemporaneamente in automobile.

Le consiglio vivamente di non sperimentare mix di questo tipo sulla sua pelle, di recarsi dal suo psichiatra di fiducia e in generale di trovare modi migliori per rilassarsi che non usare sostanze stupefacenti.

Cordiali saluti

 

 

TAG: Malattie psichiatriche | Psichiatria | Salute mentale
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!