13-03-2008

A mio figlio di 9 anni per un caso fortuito è

a mio figlio di 9 anni per un caso fortuito è stato diagnosticato un probabile amartoma al fegato. e' stata fatta TAC con mezzo di contrasto e non è risultata alcuna vascolarizzazione, l'unica cosa che non è stata fatta è la biopsia mentre tutti gli altri controlli sì. Vorrei sapere se c'è un centro specialistico per l'amartoma e l'evoluzione che esso può avere?
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
L’amartoma biliare è rappresentato da piccoli noduli epatici, che all’istologia sono caratterizzati da gruppi di dotti biliari malformati. Solitamente non danno preoccupazione e sono un riscontro casuale. Altre volte invece rientrano in una patologia più vasta che fa parte della sclerosi tuberosa (ST). Essa è una malattia genetica che può interessare più organi, come la cute, il cervello, i reni, il cuore, la retina ed i polmoni. Tuttavia, la gravità dei sintomi e segni clinici è molto variabile: può essere già sospettata in epoca prenatale (rabdomiomi cardiaci multipli all’ecografia fetale), alla nascita (amartomi retinici, chiazze bianche sulla pelle), nei primi mesi/anni di vita (crisi epilettiche e ritardo dell’apprendimento, associati a particolari anomalie alla risonanza magnetica cerebrale), o solo in età adulta per complicazioni renali (dolori addominali, ematuria, ipertensione ed insufficienza renale) o disturbi respiratori (linfangioleiomiomatosi polmonare). In taluni individui i segni sono così lievi da non creare alcun disturbo per tutto l’arco della vita, né richiamare l’attenzione del medico, specie se in famiglia non esistono altri parenti con sintomi manifesti di sclerosi tuberosa. Trattandosi di una patologia pediatrica, rinviamo allo specialista pediatra per i consigli più appropriati e non siamo in grado di poterle consigliare il Centro Specialistico più adatto. Tuttavia esso va ricercato nell’ambito della pediatria e non della epatologia.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna