14-03-2008

A mio padre di anni 83 è stato riscontrato nel

A mio padre di anni 83 è stato riscontrato nel luglio 07 un epatocarcinoma primario di cm 10, non ha intaccato altri organi e non da sintomi. Il valore dell'alfafetoproteina da settembre 07 che era di circa 700, a novembre 07 era di circa 1400, è attualmente di 2162,30, mentre tutti gli altri valori sono nella norma. Gradirei sapere se questa è la normale evoluzione. E quali sono i provvidenti medici? E quali sono i limiti massimi dei valori in questi casi ? E se questi valori così diversi nell' arco di pochi mesi sono fuori dalla norma o meno? Grazie
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Solitamente l’evoluzione dell’epatocarcinoma non trattato è verso un progressione, sebbene nelle persone anziane ciò avvenga con maggiore lentezza. Le possibili terapia dipendono molto dalla localizzazione e dalle dimensioni del tumore. Esiste la possibilità di intervenire con chirurgia oppure con terapie ablative per cutanee oppure con la chemioterapia intraarteriosa (TACE). Meno efficace la terapia farmacologia, sebbene esista un nuovo farmaco (Sorafenib) che sembra promettente. Il valore in incremento dell’AFP indica una progressione della massa tumorale.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna