01-12-2003

A seguito di un'ecografia epato-pancreatica, a mio

A seguito di un'ECOGRAFIA EPATO-PANCREATICA, a mio padre è stato diagnosticato il seguente referto: L'indagine USG dimostra una lieve Epatomegalia con indizi steatosici senza però significare lesioni focali. Non dilatazione delle vie biliari intraepatiche. La colecisti con aspetto un po' ipotonico presenta formazioni litiasiche nel suo Lume, disposte a livello della regione dell'infundibolo, quella di maggiori dimensioni a diametro massimo pari a 13 mm. Le formazioni litiasiche sono almeno in numero di 3. Nulla di rilievo alla loggia pancreatica per quanto esplorabile stante il discreto Meteorismo intestinale diffuso. Minimo assottigliamento della quota renale corticale destra. A lettura di quanto sopra, il medico generico curante ha consigliato l'intervento. Esistono cure o soluzioni alternative? Mio padre è leggermente Cardiopatico e lo scorso anno ha subito con successo un intervento alla Carotide sx per un'Ateromasia. Attendo una Sua risposta in merito e la ringrazio anticipatamente.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Da quanto ci dice si rileva che suo padre è affetto da calcolosi della colecisti, senza altri problemi particolari. La cosa importante a questo punto è sapere se abbia dei disturbi (dolori, coliche biliari ripetute) in conseguenza dei calcoli stessi. In quanto la calcolosi della colecisti, se priva di sintomi, non va operata e si può giovare di una terapia con farmaci a base di acido ursodesossicolico, che il suo medico curante le può consigliare per un periodo di 3-6 mesi.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!