05-09-2012

acufene pulsante

Gentile dottore, stamani, intorno alle 5,30, mi sono svegliata perché avvertivo un suono cupo, un rimbombo dentro la testa. E’ durato circa un’ora (terrorizzandomi) e poi è passato. Durante la mattinata l’ho avvertito ancora, ma per poco. E’ un problema di circolazione che preavvisa un ictus oppure è un problema audiologico? Faccio presente di soffrire da una decina di anni di acufene pulsante. Quale tipo di medicinale mi consiglia, temendo un ripetersi? La prego, se le è possibile, di rispondermi al più presto. Il mio medico è in ferie. Grazie
Risposta di:
Prof. Diego Cossu
Specialista in Audiologia e foniatria
Risposta

Cara Signora, probabilmente si è trattato di un'alterazione della pressione arteriosa notturna, in cui il rumore cupo era l'effetto a livello dell'orecchio interno di tale squilibrio pressorio. Non esiste un vero e proprio campanello d'allarme per un ictus, ma le alterazioni pressorie vanno monitorate con attenzione. Come vede è un problema audiologico ma in realtà è l'effetto di un problema vascolare. Se la pressione è regolare può comunque provare ad assumere in via prudenziale betaistina 16 mg (tipo Vertiserc) la sera ma comunque è tassativa una visita dal Suo medico di fiducia appena torna.

Cordiali saluti.

Prof. Cossu

TAG: Audiologia e foniatria | Otorinolaringoiatria