L’ESPERTO RISPONDE

Adenoma tubulo-villoso cancerizzato

Buongiorno, L'8 gennaio 2019 per problemi emorroidali mia moglie di 40 anni ha deciso di effettuare una colonscopia. Questo il referto: Polipo sessile di circa 3 cm di diametro a 12 cm dal margine anale. Previa infiltrazione con fisiologica, adrenalina e tatuaggio si asporta con ansa diatermica. Si posizionano 4 clip alla fine del procedimento. Per il resto nulla da segnalare Il referto istologico recita una diagnosi di adenoma tubulo-villoso con displasia di alto grado e multipli focolai di carcinoma in situ. I margini di resezione della lesione sono esenti da infiltrazione neoplastica. Al policlinico hanno suggerito ulteriore colon a un mese e FU. Noi però non ci siamo fermati e abbiamo fatto visionare i vetrini a un altro professore di lunga esperienza che ci dà il seguente referto: Voluminosi prelievi costituiti da neoformazione rilevata del grosso intestino riferibile a "adenoma villo-tubulare" sede di estesa displasia di alto grado con focale cancerizzazione (adenocarcinoma) ed infiltrazione della lamina propria limitata alla testa dell'adenoma. Stroma peduncolare, ove esplorabile, indenne. Margine di resezione endoscopica indenne in mucosa normocostituita. "ADENOMA TUBULO VILLOSO CANCERIZZATO" Microstadiazione: basso rischio di metastasi Angioinvasione ematica e linfatica assente rapporto % adenoma/adenocarcinoma: 70/30 ca Livello di infiltrazione: livello 1 sec. hagit (se peduncolato); sm1 sec. Kikuchi (se sessile) Grading: G2 Abbiamo poi effettuato una seconda colon in cui risulta un'area retratta a causa della pregressa polipectomia con alcuni piccoli mammelloni su cui si eseguono biopsie. null'altro da segnalare. Questo secondo istologico recita: Mucosa sigmoido-rettale sede di edema e di infiltrazione flogistica linfomononucleata con aggregati linfoidi reattivi della lamina propria, come da "polipi infiammatori ed edematosi". Ora gli step che ci hanno suggerito sono per estrema precauzione una pet-tac, una ecoendoscopia e follow up. Vi chiedo vista l'età di mia moglie se l'intervento chirurgico è un'opzione vista anche la dimensione del polipo e della possibile rimozione non totale in sede endoscopica (anche se non ho indicazioni per dirlo). La ringrazio molto per il suo consulto. Distinti saluti

Risposta del medico
Specialista in Gastroenterologia

Secondo il secondo esame istologico non serve fare l’intervento chirurgico ma una colonscopia tra 3 mesi con valutazione della base del polipo ma con controllo sempre del colon fino al ceco. Un altro consiglio fare fare in futuro si vostri figli una Colonscopia precoce e una colon devono eseguirla fratelli o serene di sua moglie. Cordialità

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
Adenoma epatico: che cos'è?
Adenoma epatico: che cos'è?
2 minuti
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Oncologia e Gastroenterologia
Prov. di Cagliari
Specialista in Gastroenterologia e Oncologia
Prov. di Taranto
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Gastroenterologia e Oncologia
Prov. di Pesaro Urbino
Specialista in Ginecologia e ostetricia e Oncologia
Specialista in Oncologia
Ancona (AN)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Colonproctologia e Chirurgia dell'apparato digerente
Cantù (CO)
Specialista in Gastroenterologia e Chirurgia generale
Messina (ME)
Specialista in Gastroenterologia e Epatologia
Roma (RM)
Specialista in Pediatria e Gastroenterologia
Milano (MI)
Specialista in Cure palliative e Oncologia
Casarano (LE)