12-03-2004

ADERENZE SI FORMANO SOTTO OGNI CICATRICE ADDOMINALE

15 anni fa, in seguito ad una complicazione sucessiva all'intervento di Appendicite (7 giorni dopo), ho subito un'operazione chirurgica con conseguente cicatrice verticale sull'addome (da sopra l'ombellico fino alla zona pelvica). Le ADERENZE chirurgiche che si sono formate mi hanno dato, fino al mese scorso (data dell'ultimo intervento), notevoli fastidi e mi hanno procurato 5 volte OCCLUSIONE INTESTINALE con conseguenti ulteriori cinque INTERVENTI chirurgici d'urgenza sempre invasivi. Nel corso dei 15 anni ho avuto anche un'intervento in Laparoscopia e poi 2 parti cesarei. Esiste qualcosa che riduca il rischio di un ulteriore intervento per occlusione intestinale dovuta alle aderenze?
Esiste un'esame per diagnosticare la presenza di nuove aderenze?
Antonio Vicinanza
Risposta di:
Antonio Vicinanza
Risposta
GEntile Signora, La ringrazio per la domanda. Devo dirle subito, e con dispiacere, che la Sua condizione è piuttosto critica e poco si può fare, in termini di prevenzione e previsione. Le sarà ampiamente stato chiarito che sotto ogni cicatrice addoninale vi è sempre una reazione peritoneale che produce aderenze. Se poi aggiungiamo le sepsi, cui Ella pare sia andata in contro, la probabilità di aderenze aumenta sensibilmente. Non esistono esami strumentali che possano predire l'occlusione intestinale. E' invece utile una osservazione clinica periodica, nel suo caso, che può individusre dismotilità intestinale ed eventuali sub-occlusioni. L'ecografia addominale e sopratutto la radiografia diretta dell'addome possono essere di ulteriore ausilio. Spero di esserLe stato di chiarimento anche se non ho potuto darLe positive soluzioni al Suo quesito. Dr. ANTONIO BALZANO
TAG: Gastroenterologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!