Buongiorno dottore. Mi scusi per il disturbo. Avrei delle domande che nessuno riesce a chiarirmi. Spero che mi risponderà. Ho avuto in passato dei problemi urologici tra cui flusso urinario deviato che secondo il mio urologo di fiducia anzi ex di fiducia era legato ad una giunzione interna (poi si è venuto a scoprire che era la pelle che rivestiva il glande che deviava il flusso, quindi tutto risolvibile con una circoncisione). Il mio Ex urologo di fiducia mi aveva assegnato Luan per raddrizzare il flusso urinario. Abusandone nell'inserirlo si è come impigliato nella mia pelle interna ed ho lacerato il meato esterno di 1 mm (l'ho lacerato ed è uscito molto sangue) e sono cosi da ben 2 mesi, è rimasto allungato.In merito a ciò avrei delle domande. Sarei felicissimo se mi risponderà.mi si è allungato questo meato esterno, parlandone con il medico di famiglia dice che si può aggiustare con intervento chirurgico dato che non si è emarginato da solo, questa cosa è vera?Il meato in queste condizioni può generare infezioni? (Sono un pochino ipocondriaco)eccessivi rapporti o masturbazione possono lacerarlo ulteriormente? e perché a volte quando mi masturbo eccessivamente (2 volte consecutive) ho fastidio li?posso rimanere cosi a vita senza intervento? Per me è una piccolezza e non mi causa problemi durante rapporti. Ho solo la fobia che si possa lacerare ulteriormente nonostante a distanza di due mesi ormai oppure che possa generare infezioni per cosi dire silenziose. Cordiali saluti