25-10-2012

antidepressivo-neurolettico

salve ho 42 anni,da 10 anni prendo sulamid 100 mg al giorno,soffro d ansia e problemi gastrici (somatizzazione) vorrei dopo tanti anni poter smettere di assumerlo,o almeno ridurlo a 50 mg.questo farmaco mi ha gonfiato molto,ho provato a ridurre e sono arrivato a non prenderlo piu,dopo 2 giorni sono stato male ,con nausea vomito.in realta non so neanche se mi fa ancora qualcosa.per lo stomaco prendo il lucen 20 che mi tiene lo stomaco protetto e mi evita gastriti improvvise,non so se il sulamid mi aiuta in questo..vorrei capirci qualcosa,grazie
Risposta

l'amisupride è uno dei farmaci più "sporchi" che conosco: in realtà è un neurolettico (cioè un antipsicotico), ma a basse dosi viene usato come antidepressivo (io non l'ho mai fatto, forse un giorno mi sarà utile per qualche strana ragione, chissà...). Il suo effetto indesiderato più rilevante è sulla conduzione cardiaca, per cui secondo me chi lo assume deve periodicamente farsi controllare dal cardiologo. Detto questo, ovviamente, ne parli con chi glielo ha somministrato.

Saluti

TAG: Malattie neurologiche | Neurologia