Buongiorno,a gennaio 2014 è stato diagnosticato a mia madre (58 anni) un carcinoma ovarico stadio IIIC.E' stata subito operata con la speranza di rimuovere tutta la malattia, ma durante l'intervento si è deciso di limitarsi alla sola asportazione delle ovaie. Sono seguiti 4 cicli di chemio con carboplatino e taxolo. Ottima risposta alla chemio,... Leggi di più ulteriore operazione con asportazione ottimale di tutta la malattia. Durante l'intervento sono stati asportati anche linfonodi risultati poi negativi. Infine ulteriori 3 cicli di chemio per intervenire su eventuali residui microscopici. A distanza di una settimana dall'ultimo ciclo, la tc, pur non evidenziando malattia, rileva una discreta quantità di ascite. Il Ca-125, che subito dopo l'operazione era sceso a 6, ora è a 26 (sempre nei limiti, ma un po' salito...) L'oncologa che ci segue dice di aspettare a vedere che succede nei prossimi mesi. Mi chiedo cosa possa rappresentare la formazione di ascite. Potrebbe essere la malattia che riprende? Perché non si vede nulla dalla tc? Cosa mi devo aspettare? Aspettare tre mesi non potrebbe voler dire ritrovarsi nuovamente con una situazione fuori controllo? Grazie per l'attenzione